2^ Sagra Malloreddus de stùa

Dopo la mietitura, la festa per la fine dei lavori nei campi mietuti (stùa) era un momento di rottura con l’alimentazione rigorosa di tutti i giorni; un momento di inversione della norma, un carnevale fuori stagione: invece del pane, delle erbe di campo, delle minestre, si faceva quella che alcuni anziani chiamano: “Sa macarronada” condendo la pasta con sugo di galletto: “E si fadia festa”.

>> Visualizza la locandina dell’evento

CLICCA SULLA TUA COMPAGNIA PREFERITA

Back to Top